Portale Trasparenza Comune di Velletri - Casa famiglia per disabili gravi adulti

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Casa famiglia per disabili gravi adulti
Responsabile di procedimento: Borro Marina
Responsabile di provvedimento: Nanni Costa Maria
Descrizione

La Casa Famiglia “La Coccinella” è una struttura di tipo familiare, ubicata nel Comune di Velletri in Via Acqua Lucia n. 11.

La struttura, collocata nel Distretto RMH5, Comuni di Velletri e Lariano, come da disposizioni della Regione Lazio, è inserita nella progettazione dei Piani di Zona.

La casa famiglia può accogliere n. 8 persone adulte con disabilità grave, ai sensi della Legge 104/92, art. 3 – comma 3 -, che non necessitano di assistenza sanitaria di tipo continuativo e che siano assistibili a domicilio, condizione che deve essere accertata caso per caso dalla competente struttura ASL, e per le quali la permanenza nel nucleo familiare sia permanentemente o temporaneamente problematica.

Non possono essere ammessi nella struttura utenti con disabilità esclusivamente di natura psichiatrica.

L’accesso alla Casa Famiglia è consentito prioritariamente ad utenti residenti nel Distretto Velletri/Lariano e in subordine ad utenti residenti in altri distretti.

L’ammissione presso la Casa Famiglia “La Coccinella” avviene previa formale richiesta al Comune di Velletri, su istanza dei Servizi Territoriali invianti o da parte dell’utente o del suo tutore, e successiva valutazione da parte dell’Unità Valutativa Multidisciplinare Disabili.

La domanda di ammissione deve essere corredata da:
Certificazione di cui alla legge 104/92, art. 3 – comma 3 – e succ. integr. e mod.;
Verbale di invalidità;
Per i cittadini stranieri permesso di soggiorno in corso di validità non finalizzato alla permanenza per motivi turistici;
Documentazione relativa al reddito del nucleo familiare.

Per gli utenti provenienti da altri Distretti è il Servizio Sociale del Comune di residenza a presentare istanza, ai Servizi Sociali del Comune di Velletri, per l’avvio della procedura di ammissione.

Qualora la persona con disabilità o un suo familiare si presenti direttamente alla struttura per chiedere l’ammissione, è compito della struttura stessa inviare formale richiesta al Comune di Velletri che avvierà la procedura di ammissione.

Si tratta di un servizio ad alta integrazione socio-sanitaria per la presenza dell’Unità Valutativa Multidisciplinare Disabili, costituita da operatori sociali e sanitari del Servizio Sociale dei due Comuni e dell’ASL. Tale équipe multidisciplinare ha compiti di:
Ammissione e dimissione degli utenti
elaborazione del Progetto individuale di Assistenza;
verifica e monitoraggio del servizio.

Le prestazioni vengono erogate secondo attività e modalità definite da un Piano di Assistenza Individuale (P.A.I.), redatto dall’équipe della struttura in collegamento con il referente/i responsabile del caso entro e non oltre i 15 giorni successivi all’ammissione. Nel PAI, redatto sulla base del Progetto di Assistenza, elaborato dall’UVMD, sono indicati:
1. prestazioni socio-assistenziali previste;
2. tempi di attuazione degli interventi;
3. tipologia e intensità degli interventi assistenziali;
4. sistema di verifica dei risultati attesi;
5. modalità di adesione e di coinvolgimento della persona e/o della famiglia di origine.

Il PAI, che è condiviso con i familiari (o tutori) e con l’ospite stesso, dovrà essere riesaminato ed aggiornato con cadenza annuale, con l’équipe della Casa Famiglia, la quale, in integrazione con il referente/i responsabile del caso e con l’Unità Valutativa Multidisciplinare Disabili, stabilirà gli incontri di monitoraggio e verifica del piano di lavoro e degli obiettivi raggiunti.
Possono essere ammesse alla Casa Famiglia persone con disabilità grave che abbiano i seguenti requisiti:
età compresa tra i 18 ed i 65 anni;
riconoscimento ai sensi della L. 104/92, art. 3 comma 3;
verbale di invalidità;
per i cittadini stranieri permesso di soggiorno in corso di validità non finalizzato alla permanenza per motivi turistici;
certificazione di assenza di necessità di assistenza sanitaria continuativa;
parere favorevole che autorizzi al ricovero in struttura rilasciato dal Dipartimento di Salute Mentale.

In presenza di più richieste verrà data preferenza in relazione a criteri, ritenuti prioritari in base al seguente ordine:

Assenza totale dei genitori e di familiari entro il quarto grado.
Presenza di genitori e di familiari non in grado di prestare assistenza adeguata per gravi motivi sanitari o sociali.
Anzianità dei genitori e assenza di familiari in grado di prestare assistenza per gravi motivi sanitari o sociali.
Assenza di un genitore e di familiari in grado di prestare assistenza adeguata per gravi motivi sanitari o sociali.
Condizione reddituale familiare.
Minore età.
Ordine di arrivo delle istanze assunte al Protocollo Comunale.

A parità dei requisiti su indicati sarà L’Unità Valutativa Multidisciplinare Disabili ad individuare l’utente da ammettere sulla base di ulteriori elementi valutativi acquisiti o acquisibili successivamente, nell’ambito della valutazione.


Contatti:
Ufficio Servizi Sociali - Via della Neve 3 – 06
M. Teresa Agostinelli (referente tecnico)– 06 96101203

Chi contattare
Personale da contattare: Borro Marina
Termine di conclusione
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
90 giorni
Regolamenti per il procedimento
Servizio online
Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsti
Contenuto inserito il 12-11-2013 aggiornato al 25-01-2018

Ricerca procedimenti

Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza Cesare Ottaviano Augusto, 1 - 00049 Velletri (RM)
PEC protocollo@pec.comune.velletri.rm.it
Centralino +39.06.961581
P. IVA 01493120586
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it